Alfabetario

Alfabetario

di Maurizio Chiararia

Alfabetario è una raccolta di scritti in prosa e in poesia che rimandano a un "diario di parole" di 365 giorni, anche se il tempo di stesura di essi copre un arco di 10 anni, dal 1962 al 1972, gli anni della giovinezza del poeta. "Diario di parole" che è un "diario sulla parola", esercizi letterari e filosofici, annotazioni, aforismi, testi poetici, brevi racconti che hanno per tema l'uso e il disuso della parola. Ogni pagina del diario cerca di descrivere le circostanze astratte e concrete entro le quali la parola nasce e prende forma, riflessioni a freddo sullo stesso fare poetico, senza fare poesia, ma subendola soltanto, quasi fosse un altro ad avere scritto quei testi, o meglio il tempo che li ha custoditi e ritrovati. Come fossero frammenti di un diario più ampio di uno scrittore sconosciuto, magari scoperto e tradotto da una lingua straniera, il cui linguaggio non abbia trovato una compiuta forma letteraria, ma abbia subito un'amputazione di significato, viva e scorra adesso senza senso e senza sensi sotto gli occhi del lettore. Ci sono anche alcune citazioni da altri scrittori che avallano questo "spaesamento" delle parole e del loro significato, anzi l'intera opera è stata quasi ispirata ed è una conseguenza di quelle letture.